sabato 5 dicembre 2015

Il 14 novembre altra giornata indimenticabile



Il viaggio di Gente che aspetta continua: il 14 novembre ho presentato il mio romanzo di mattina al Teatro Diana con la partecipazione di Francesco Paolantoni e il pomeriggio sono stata ospite nella stupenda libreria La Bottega delle Parole a San Giorgio a Cremano. 
In questa foto sono con Miryam Gison, che gestisce la libreria con grande professionalità e passione. Che dire: sempre più entusiasta. E la strada è ancora tutta da scoprire.

giovedì 1 ottobre 2015

"Gente che aspetta" alla Fiera del Libro "Ricomincio dai Libri"!



Domenica 27 settembre ho presentato il mio romanzo alla Fiera del Libro "Ricomincio dai Libri" a San Giorgio a Cremano, presso Villa Falanga. Si tratta dell'unica Fiera campana, che ha potuto contare su un pubblico di circa duemila persone. Sono stata inoltre presente durante l'intera giornata presso lo spazio autori: un'altra occasione importante per parlare del mio romanzo e confrontarmi con un vasto pubblico di lettori, scrittori, editori. Moderatore della presentazione Pino L'Abbate, letture a cura di Ernesto Lama (con me in  foto).

domenica 13 settembre 2015

La scrittura è un atto di condivisione estrema



Il 10 settembre ho presentato Gente che aspetta a Minori: una serata molto bella, l'atmosfera intima, tante nuove conoscenze. Apprezzo sempre di più la possibilità di confrontarmi con il pubblico e di condividere ciò che sento: dai riscontri che ricevo sento che sto andando nella giusta direzione. 
Un'altra notizia che mi ha molto emozionato è legata alla partecipazione alla Fiera del Libro di San Giorgio a Cremano il 27 settembre: si tratta di un evento a cui tengo molto, è l'unica Kermesse del napoletano e vi prendono parte tanti autori noti. 
Per il resto...si scrive: il mio nuovo romanzo viaggia con me da svariati mesi ormai e dovrei terminare per dicembre ma non posso fare previsioni certe adesso...
Con Gente che aspetta ho impiegato molto più tempo di quanto immaginassi!
Mentre scrivo sento di aver raggiunto un nuovo rapporto con la scrittura, con me stessa...lavoro sullo stile semplificandolo e lavoro sui contenuti tirando fuori la verità, tutto ciò che in me vi è di più autentico. Voglio che questo romanzo sia pieno di risate, lacrime, sangue, carezze, silenzi, nostalgie, felicità. 
E' un lavoro difficile ma credo sia il più bello del mondo.
La scrittura è un atto di condivisione estrema.

martedì 16 giugno 2015

Un'esperienza indimenticabile




Un autore esordiente incontra spesso tanti ostacoli e vedere pubblicato il proprio romanzo può rivelarsi una chimera: ecco perché considero questo primo passo come una grandissima conquista! 
Non avrei mai potuto vivere tutto questo senza la collaborazione di tantissimi amici e senza il supporto costante di mio marito e della mia famiglia. Alcuni studenti mi hanno chiesto qualche suggerimento per iniziare a scrivere: non credo sinceramente esista una ricetta valida per tutti. Nel mio caso posso dire che fondamentale è stato leggere, guardare film, andare a teatro e al cinema, viaggiare anche solo con l'immaginazione, insomma, lasciarmi incuriosire dal mondo... 
Spero le pagine di questo blog possano essere utili per chi vuole lanciarsi nella magica avventura della scrittura per trovare spunti o suggerimenti. Per quanto mi riguarda l'esperimento legato al self publishing con Narcissus si è rivelato più che positivo, e ciò mi accomuna a diversi autori esordienti. Lascio aperte per il futuro svariate possibilità, e mi accingo a vivere questa estate di vacanze, letture, scrittura, affetti. Le presentazioni riprenderanno dopo l'estate: per ora il blog va in vacanza e vi saluto ringraziandovi per l'attenzione!
Buone vacanze a tutti!
Seguitemi su facebook e twitter

venerdì 29 maggio 2015

"Gente che aspetta" presentato a Caserta e a Cicciano

"Gente che aspetta" è stato presentato a Caserta dove è intervenuto anche il sindaco e successivamente al Liceo Medi di Cicciano. Sono stati incontri indimenticabili e come sempre molto istruttivi per me. Ci saranno altri incontri e progetti per "Gente che aspetta"? Io dico di sì! Tutto ciò che ho vissuto fino ad ora ha superato di gran lunga ogni mia aspettativa: il calore delle persone, l'affetto degli amici, l'interesse e l'attenzione costante di tanti. Sono molto soddisfatta per questa bella esperienza! 

martedì 28 aprile 2015

"Gente che aspetta" presentato a Casoria



Ieri a Casoria ho parlato del mio romanzo nell'ambito di una conferenza stampa indetta per la presentazione di iniziative sociali nel territorio: una bella accoglienza ricevuta da tutti i presenti. Posso dire che questo mese di aprile è stato particolarmente emozionante per me, poiché pieno di novità: si continua a organizzare nuovi incontri e a maggio ci saranno altre belle e importanti occasioni.

domenica 26 aprile 2015

"Gente che aspetta" a San Sebastiano al Vesuvio: l'incontro con tantissimi studenti in una giornata indimenticabile








Uno degli incontri più emozionanti è stato per me quello con i tanti studenti della zona vesuviana, avvenuto il 16 aprile presso il Comune di San Sebastiano: un'occasione di confronto unica, ben descritta in questo articolo della giornalista Roberta de Cataldi.
http://miglionews.com/2015/04/non-fatevi-rubare-la-vita-conservate-la-vostra-identita-quando-le-pagine-di-un-libro-si-fanno-maestre-di-vita/

mercoledì 8 aprile 2015

A Nola "Gente che aspetta" è un successo!

Eravamo in tanti presso la libreria Biblos di Nola: un'atmosfera familiare e molto accogliente. La lettura dei passi del romanzo è stata allietata da una bella musica di sottofondo. Le voci di Nunzia Schiano e Pino L'Abbate hanno conferito verità ai protagonisti del romanzo.
I tanti presenti si sono mostrati molto incuriositi dal mio romanzo: mi sono state rivolte molte domande e c'è stato qualcuno che ha perfino formulato idee e proposte. 
Una serata indimenticabile, sono grata a tutti coloro che erano lì con me.

sabato 4 aprile 2015

giovedì 2 aprile 2015

Un aprile pienissimo di appuntamenti con "Gente che aspetta"!


Un aprile pienissimo di appuntamenti con "Gente che aspetta"! 


L'8 aprile il romanzo sarà presentato a Nola, con la preziosa partecipazione di Nunzia Schiano, in occasione della manifestazione “Donne al centro” (l'evento era stato programmato per il 20 marzo, ma è stato spostato per ragioni di tipo organizzativo), frutto della collaborazione tra assessorati alle politiche sociali, alla cultura e alle pari opportunità.
Il 16 aprile alle ore 9.30, saremo presso il Comune di San Sebastiano, Sala Consiliare con il Sindaco di San Sebastiano, Giuseppe Capasso, l'Assessore alla Cultura, Raffaele Aratro e l'attrice Veronica Mazza.
Il giorno 17 aprile il romanzo verrà presentato al Nest Napoli est Teatro alle ore 18.30. Interverranno la cantante e attrice Stefania De Francesco, l'autore e regista Giuseppe Miale Di Mauro e l'attore e regista Pino L'Abbate.
Il giorno 18 aprile saremo ospiti de "I cavalieri della Tavola Balorda", il salotto gastronomico dell'associazione culturale Artemide per gustare insieme un'ottima cena, conoscerci, ascoltare la voce di Pino L'Abbate, che interpreterà alcuni passi del romanzo, e per chiacchierare in allegria!


"Gente che aspetta" a cena e in scena!

Le presentazioni del romanzo continuano ad attirare l'attenzione e l'interesse di tanti!
Il 13 Marzo vi è stato un evento molto particolare!
"Magnammo e nun ce Sapimm nasce da un’idea originale, un evento settimanale, iniziato da appena un mese, che unisce il bisogno di comunicare, di conoscere nuove persone e di socializzare con la passione per il buon cibo". In collaborazione con l'ideatrice di questo evento social, abbiamo organizzato una serata speciale per presentare "Gente che aspetta", intitolata "Viaggio nel tempo". 
La prima messa in scena di alcuni brani del romanzo: protagonista Pino L'Abbate, che con la sua bellissima voce ci ha fatto rivivere atmosfere anni '70 per poi trascinarci nel futuro.
Come location, un meraviglioso appartamento situato al centro di Napoli con vista mozzafiato sul mare.Il tutto accompagnato da una cena con piatti cucinati "ad hoc" e bella musica. 
Di seguito, il link al servizio della serata realizzato per Napoliflash dal direttore Raffaele Cofano dove c'è anche una mia intervista:

martedì 3 marzo 2015

Prima presentazione del 2015 di "Gente che aspetta" a Capua!



Ho scattato questa foto per inaugurare il tour letterario 2015, poco prima di recarmi a Capua! La prima presentazione del 2015 a Palazzo Fazio ha avuto un gran successo: tanto affetto da parte di molte persone che mi ha lasciato senza parole...non avrei mai immaginato...
Adesso si va avanti con i prossimi appuntamenti e le tante novità che mi attendono! :D
Grazie a tutti coloro che mi stanno aiutando in questa mia bellissima esperienza!

domenica 1 febbraio 2015

Primo appuntamento del 2015!





Ci siamo! A Capua a Palazzo Fazio sarà presentato "Gente che aspetta"! Grazie all'associazione culturale "Il Colibrì" e alla Scuola di Teatro e Recitazione "Il Pendolo" diretta da Antonio Iavazzo per avermi dato questa possibilità!

mercoledì 7 gennaio 2015

Il film "Philomena" e le scelte dell'autore

Riparte ufficialmente il blog dopo la pausa legata alle festività e alla nascita della mia seconda figlia che ci ha permesso di rivivere la bellissima esperienza di diventare genitori...
In attesa delle prossime presentazioni (siamo in fase organizzativa!) oggi voglio riprendere il discorso sul testo, in particolare sul tema centrale. 
Quando si scrive è necessario fare delle scelte: scelte sull'oggetto del proprio scritto, sui personaggi, sull'inizio e sul finale della storia. Bisogna poi scegliere il genere, individuare l'atmosfera, immaginare una colonna sonora anche se non dichiarata. Bisogna effettuare, insomma, delle scelte che diano coerenza e direzione precisa alla storia, che permettano di distinguerla dalle altre conferendole un proprio carattere. Ogni autore, infatti, ha un proprio stile che si identifica con le scelte che compie e che fondano la sua storia. 
La coerenza di un testo è fornita, in particolare, dall'individuazione di un tema centrale che anima l'intera narrazione. Il tema centrale può riguardare i più svariati argomenti, e deve essere sintetizzabile in una breve espressione, meglio ancora se in una sola parola. 
Uno degli argomenti più affascinanti, a mio parere, scandagliato al cinema e in letteratura da svariati autori, è quello che ho scelto per il mio romanzo ovvero “la ricerca dell'identità”.
Un tema che lascia spazio a molteplici possibilità, in quanto la ricerca di sé stessi può essere affrontata in differenti direzioni e analizzata da diverse prospettive: il cinema ha fornito numerosi esempi in tal senso. 
Un esempio recente è dato, a mio parere, dal film “Philomena”. Una donna parte in cerca di suo figlio che è stata costretta a dare in adozione in giovane età: in questa avventura è accompagnata da un giornalista, uomo apparentemente cinico e disilluso ma animato, in realtà, da un forte desiderio di recuperare il contatto con la parte di sé più autentica. Quello che comincia come un viaggio alla ricerca della verità su quanto accaduto in un lontano passato si trasforma per l'uomo in un percorso esistenziale che lo riconcilia infine con sé stesso: questa maturazione è dovuta alla protagonista femminile che, a mio parere, può simbolicamente rappresentare la figura materna in grado di restituire l'uomo alla vita.
Il film è stato presentato in anteprima il 31 agosto 2013 all'interno del concorso ufficiale della 70ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, dove ha vinto il Premio Osella per la migliore sceneggiatura. Al Toronto International Film Festival ha ottenuto il secondo posto tra i film scelti dal pubblico.
Un film delicato, poetico, coinvolgente: la prova dei due attori protagonisti è impeccabile, un tributo particolare va a Judi Dench, un'attrice in grado di donarsi completamente al proprio personaggio conferendogli la voce più autentica.
Il ritmo è lento, l'atmosfera ovattata,i colori tenui: è un viaggio interiore che richiede il giusto tempo che è quello della riflessione e dell'incontro di due anime.
Vi consiglio di guardare questo film se non lo avete ancora fatto, merita particolare attenzione.